Votate Ministrum …


Nel corso della trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora” del 30 aprile scorso, l’attuale ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini, filologa e glottologa, già rettrice dell’Università per stranieri di Perugia, invitata perfidamente da uno dei conduttori a fare un appello a votare per lei in quanto candidata alle prossime elezioni europee in una lingua diversa dall’italiano, ha scelto di esprimersi in latino.
Capisco l’asperità del compito assegnato, che ha costretto la ministra filologa e glottologa prima a scrivere la frase su un foglietto (vedi il podcast della trasmissione) e poi, fatalmente, a pronunciarla:
“Votate ministrum publicae scholae et valete”.
A parte il “valete” finale che non si capisce bene cosa c’entri con il voto, la frase risulta erronea da diversi punti di vista. Iniziamo:
1. – “Votate”. Il verbo, “bona pace” della ministra filologa e glottologa, semplicemente non esiste, se non come forma arcaica di “veto”. Il più vicino, ma solo per assonanza, è “voveo”, ma non ha significato che possa ricollegarsi all’espressione di un voto, bensì al votare nel senso di offrire in voto ad una divinità. Votare per eleggere in latino si dice “suffragium ferre”, “sententiam ferre”; votare per qualcuno “suffragari alicui”
2. – Assai goffa e inesatta è l’espressione “ministrum publicae scholae”, laddove più propriamente si sarebbe dovuto dire “moderatorem rerum scholasticarum”.
3. “Minister” è inoltre vocabolo che, in latino, indica “chi è addetto, chi serve alla corte di un capo”, oppure “socio” oppure ancora “complice”. Profonda verità di parole “dal sen fuggite”?
Certo è che da una rettrice d’Università, filologa e glottologa di formazione, nonché ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca forse era lecito attendersi una maggiore cautela, se non una più solida competenza linguistica.
Ma tant’è: raccogliamo un’altra piccolissima tessera di quel grande, triste mosaico in nero che la cultura (?) dei nostri politici sta quotidianamente disegnando.

Annunci

5 thoughts on “Votate Ministrum …”

  1. Buongiorno professore! Leggo con piacere il suo blog quando posso, generalmente condivido le sue opinioni ma in questo caso temo di dover dissentire. L’aspetto più triste della vicenda e la scarsa considerazione che gran parte della classe politica ha dei propri elettori, considerare che l’uditorio di una trasmissione abbastanza popolare sia composto unicamente da semi bifolchi (con buona pace dei braccianti) ne è un limpido esempio.Volendo trovare aspetti di scandalosa ignoranza nella nostra classe dirigente si possono citare esempi più fulgidi ma a che vale? Ho il dubbio che questi personaggi in fondo rappresentino bene una società in piena decadenza morale e politica come quella che ci troviamo vivere. C’è stato un tempo in cui ho creduto nella ” rivoluzione” adesso non ne sono più così convinta temo saremo soggetti alla più scabrosa selezione naturale! Con impertinente affetto le faccio notare però che un’attenzione ( pur giustificata) così puntigliosa agli aspetti di semantica e traduzione fanno pensare ad un ” vecchio ” puntiglioso prof! Mi perdoni l’impertinenza e mi conservi il suo affetto! laura fittabile

    Mi piace

    1. Ma io sono un vecchio e puntiglioso professore! E mi ostino a pensare che di quel che non si sa o di cui non si è sicuri è meglio tacere. Ci sono troppi orecchianti in giro. Quanto al dissenso, non riesco a coglierlo. Sono perfettamente d’accordo con te nel giudizio che dai sul livello culturale medio (con le dovute eccezioni) della nostra classe dirigente e di come, ahinoi, esso rispecchi quello più generale del Paese. Affetto conservato e immutato!

      Mi piace

      1. Non è vero, benché oramai più che cinquantenne ricordo un professore colto e non pedante! Mi dispiace di aver espresso il mio parere in modo forse troppo ellittico. Un ministro che interviene in un programma,quale che sia,prima della sua persona rappresenta lo Stato e nel caso in questione anche l’Universita non starò a chiosare con lei su come si sviluppano in entrambi i settori le carriere politiche , al professore De Mauro in tempi successivi si è sostituita un modestissimo avvocato di provincia. È una banale questione di forma e sostanza, non si improvvisano baggianate pensando che chi ascolta non sia in grado di capire perché in quel momento anche in un programma leggero si sta rappresentando comunque anche in modo giocoso una carica istituzionale.Sono un po’ stanca di tanti ” simpaticoni” e di battute . Vorrei che la frase :” Italiani siate seri!” Non sembrasse un motto di Totò . Grazie per l’imputato affetto! Laura fittabile

        Mi piace

  2. Proprio nel corso della stessa puntata di “Un giorno da pecora” la ministra Giannini ha prodotto uno spunto di riflessione con i miei figli:
    Può un ministro dell’Istruzione non sapere quanto fa dodici per dodici?
    La risposta sdegnata dei miei figli è stata no.
    Eppure l’attuale ministra, filologa e glottologa non ha saputo rispondere ad un quesito di quelli che si ricordano facilmente, sia per la circostanza che il risultato corrisponde alla prima cifra seguita dalla somma delle seconde, sia perché tutti abbiamo avuto un quaderno di matematica con all’ultima pagina una tabellina che audacemente arrivava fino al numero dodici, noi che la studiavamo solo fino al dieci, inducendo i più curiosi a controllare l’ultimo numero in basso a destra della tabellina, che guardacaso era proprio centoquarantaquattro.
    Tradurre in lingua latina in diretta radiofonica è una trappola nella quale, forse, anche una ministra dell’Istruzione, filologa e glottologa, un po’ arrugginita nella lingua dei nostri padri può cadere, anche se su questo i miei figli dissentono profondamente, ma dodici per dodici no, proprio non poteva non saperlo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...