Cavour, Mussolini & Renzi


La storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa. (Karl Marx)

Nei due secoli circa di vita unitaria, sulla scena politica mondiale (o globale, come oggi si preferisce dire) l’Italia è restata sempre un’Italietta, una pallido riflesso delle altre potenze occidentali. Basti pensare alla consistenza e alla qualità del nostro “impero coloniale”.
Uno dei Leitmotiven della politica estera dell’Italia è stato quello di bussare alla porta dei grandi con il cappello in mano, per ottenere l’ammissione nella stanza del comando, esibendo le proprie (spesso risibili) benemerenze.
Al conte Camillo Benso l’impresa riuscì facendo partecipare il piccolo Piemonte alla guerra di Crimea. Allora bastarono poche migliaia di bersaglieri e una più che decorosa campagna militare (la visita di Putin e di Berlusconi al sacrario dei caduti italiani nella Crimea ridiventata russa ce lo ha rammentato) per aprire le porte di Plombières al regno sardo e quindi al processo di unità nazionale che, per l’eterogenesi dei fini, si attuò poi in forme e modi affatto diversi da quelli previsti da Cavour stesso.
Un secondo tentativo di mettere in pratica la medesima strategia ebbe esiti tragici: Mussolini, superando le perplessità del suo stato maggiore, decise l’entrata in guerra al fianco della Germania nazista vittoriosa, così motivando la sua determinazione a Badoglio: “Mi serve un pugno di morti per sedermi al tavolo delle trattative.” Sappiamo come è andata a finire.
Veniamo alla farsa: Il governo Renzi, più o meno ufficiosamente, sta pensando di affiancare (!) l’alleato americano schierando ben 4 (quattro) Tornado sul fronte dei combattimenti aerei in Iraq. Come i bersaglieri di più di cento anni fa, il “pugno di morti” mussoliniani, i quattro bombardieri dovrebbero accreditarci tra i “grandi” della Terra.
Verrebbe da citare la popolare canzone di Jannacci: “Vengo anch’io … No, tu no”.

Annunci

4 thoughts on “Cavour, Mussolini & Renzi”

  1. Sono totalmente d’accordo. L’eccesso di moralismo e di propaganda offusca il senso storico e impedisce di comprendere quali siano le forze in campo e a quali nuovi equilibri esse mirino, Di certo c’è solo il sacrificio della vita e del destino di milioni di persone.

    Mi piace

  2. Bisognerebbe parlare un po più spesso delle connivenze logistiche esistenti tra supposti fanatici e servizi segreti occidentali. Altrimenti ogni eventuale conferenza – Vienna o cos’altro – rischia di mettere sul tavolo aria fritta. Impossibile risolvere un problema prima di averlo riconosciuto, e mi pare che siamo ancora lontani dal riconoscimento pubblico del problema.

    Mi piace

  3. Caro Fausto,
    la mia intenzione era solo quella di cogliere quel mix tra velleitarismo, furbizia e cinismo che contraddistingue un tipo di uomo politico indubbiamente caro a tanti italiani. Tutto qui.
    Quanto poi a essere alleati della parte sbagliata, l’affermarlo presupporrebbe l’esistenza di “parti” che, ahinoi, nel terribile carnaio siriano e iracheno, sono invece sostituite da grumi di interessi parziali, regionali e non, che si scontrano ogni giorno, mutando prospettive, metodi, impegni, termini di ingaggio.
    Speriamo che la conferenza di Vienna porti finalmente a qualche risultato (giusto 200 anni fa un altro Congresso, tenutosi nella stessa città e durato peraltro alcuni anni, riuscì in qualche modo a stabilizzare l’Europa, cioè a dire, per quei tempi, il mondo).
    Grazie.

    Mi piace

  4. Insomma, un po di ottimismo. I russi hanno sbrindellato la milizia dei tagliagole utilizzando una quarantina di aerei. Se andiamo da quelle parti con 4 velivoli ed un po di buona volontà, qualcosa possiamo fare anche noi.

    Pardon, non possiamo: siamo alleati della parte sbagliata. Peccato, sarà per un’altra volta. Vai a vedere che Renzi ha le idee più chiare di quel che ci raccontiamo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...